ARTEFATTO

Varca la soglia con passo impetuoso

elegante al tatto il suo riposo

contenta di ogni artefatto

le mani ora scoperchiano il piatto

piccole gocce cadono sul pavimento

suonano le campane nel silenzio

bacio le tue labbra

singhiozzanti di fragole

apro alberi nell’infinito

dove luccicano fiori

di petali e colori

volano medesimali farfalle

dal battito d’ali

di acqua e oli essenziali

Chiudo un portone

e si aprono le finestre

sbattono le posate sulle ginestre

tra favole e racconti

si accende la notte

scendono le stelle

LA RAGAZZA CON L’ORECCHINO DI PERLA

Il pennello del pittore colora e dipinge in un incontro il cuore. Cattura il punto luce tra sguardi, silenzi e frasi inumidite di labbra rosse carnose. Il fuoco brucia le pareti di terra ocra in olio di gocce d’oro. La perla del mistero ruba l’istante e nell’eterno il viso si celebra in occhi sorprendenti ed attenti.

 

“La ragazza con l’orecchino di perla” è un dipinto a olio su tela di Jan Vermeer (1665-1666).